INFO CONTATTI SALA STAMPA CREDITI LINK NEWS    
PROGRAMMA             .ENG  .FRA  .ESP   
SCRITTORE
   Arturo Pérez-Reverte
.Bibliografia 
.Stampa .Segnala
Biografia
Nato a Cartagena, in Spagna, nel 1951, Arturo Pérez-Reverte si laurea in scienze politiche e giornalismo. Grande amante del mare sin da giovanissimo, comincia a lavorare su una petroliera al largo della sua città natale, prima di iniziare un’impegnativa e fortunata carriera giornalistica. A partire dagli anni Settanta collabora con radio, stampa e televisione e si afferma come uno dei principali corrispondenti di guerra del paese, seguendo da vicino i più importanti conflitti internazionali per oltre vent’anni (dal 1973 al 1994), tra cui Libano, Eritrea, Sahara, Nicaragua, Mozambico, Angola e la prima guerra del Golfo. Sebbene il suo primo romanzo, L’ussaro, sia stato pubblicato nel 1986, sono gli anni Novanta che segnano un suo più deciso ingresso nel mondo dei romanzieri professionisti. Decide infatti di abbandonare il giornalismo per dedicarsi a tempo pieno alla narrativa e, a partire dal 1994, abbraccia definitivamente una brillante carriera di scrittore. Da allora, ogni suo romanzo si rivela un autentico successo, i suoi best seller sono tradotti in tutto il mondo e in più di venti lingue diverse. Tra i principali ricordiamo Il club Dumas (1993), da cui è tratto il film La nona porta di Roman Polanski, interpretato da Johnny Depp, e che ha ricevuto il premio Palle Rosenkranz dell’Accademia Criminologica di Danimarca, Il maestro di scherma (1998) e Territorio comanche (1994). A quest’ultimo si è ispirato il regista Gerardo Herrero per l’omonimo film, presentato al Festival di Berlino e al Festival di Cannes. Con La pelle del tamburo (1995), Pérez-Reverte si aggiudica il prestigioso premio Jean Monnet. La carta sferica (2000), cui viene assegnato il Prix Mediterranée Etranger, scala nel giro di una sola settimana i vertici delle classifiche spagnole. Il romanzo La Regina del Sud (2002) si ispira a un grande classico della letteratura, Il Conte di Montecristo, mentre la fortunatissima serie dedicata alle avventure del Capitano Diego Alatriste, è interamente ambientata nel XVII secolo, nella Spagna di Cervantes, Quevedo e Velázquez, «quella Spagna pericolosa, fatta di taverne e vicoli male illuminati». I suoi libri sono tutti pubblicati in Italia da Marco Tropea.
Autore prolifico, dotato di grande sensibilità e capace di gestire con estrema disinvoltura registri narrativi anche molto diversi tra loro, nel 1998 Arturo Pérez-Reverte è nominato Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere di Francia e riceve il Premio Chandher alla carriera dal Courmayeur Noir in Festival. Dal 2003 è membro della Real Academia Española de la Lengua, la più alta istituzione spagnola per la lingua e la letteratura.
 
PARTECIPA ALLA SERATA DEL
.15 giugno
LETTO DA
.Pierfrancesco Favino
MUSICA DI
.Antonio Placer